10 confezioni 300 capsule 92,90 € 0,31 cad.
9 confezioni 270 capsule 86,90 € 0,32 cad.
8 confezioni 240 capsule 78,90 € 0,33 cad.
7 confezioni 210 capsule 71,90 € 0,34 cad.
6 confezioni 180 capsule 63,90 € 0,36 cad.
5 confezioni 150 capsule 56,90 € 0,38 cad.
4 confezioni 120 capsule 46,90 € 0,39 cad.
3 confezioni 90 capsule 38,90 € 0,43 cad.
2 confezioni 60 capsule 30,90 € 0,52 cad.
1 confezione 30 capsule 23,90 € 0,80 cad.

Share:

Decaffeinato – Piazza del Duomo –

Il nostro Deca, Piazza del Duomo, dal gusto dolce,  intenso e bilanciato, è pensato per essere la soluzione ideale per gli amanti del caffè che desiderano sorseggiarne più tazzine durante la giornata senza preoccuparsi degli effetti della caffeina mantenendo intatte tutte le proprietà dell’ottimo caffè torrefatto in Italia.

Le occasioni sono davvero tante: la mattina, durante una pausa pomeridiana o la sera, dopo una cena in famiglia o con gli amici, guardando un bel film o leggendo un buon libro… e perché no, accompagnato da una buona fetta di panettone tipico dolce milanese... Ogni momento è buono per gustare un gran caffè.

Intensità: 6

Cenni storici e curiosità:

Piazza Duomo è il centro vitale di Milano, capitale finanziaria fra le più importanti nel mondo, fu fondata da Belloveso nel 600 a.c., capo della tribù celtica degli Insubri.

Da oltre sette secoli rappresenta il centro geometrico, commerciale, punto d'incontro dei milanesi per celebrare importanti eventi.

Piazza del Duomo è dominata dall'imponente fronte gotica del Duomo e decorata al centro dal Monumento Equestre a Vittorio Emanuele, e circondata da svariate architetture di periodi differenti. Dinanzi al Duomo si erge Palazzo Carminati, mentre ai lati della piazza si contrappongono in modo simmetrico i Portici Meridionali e settentrionali. Da questi ultimi è possibile accedere alla Galleria Vittorio Emanuele II.

La costruzione di quello che è oggi il Duomo di Milano fu iniziata nel 1386 da Gian Galeazzo Visconti e terminata in epoca napoleonica sull'area in cui sorgevano la basilica di Santa Tecla e la basilica di Santa Maria Maggiore, in seguito “incastonata” nella nuova cattedrale.

Il Duomo di Milano è di marmo bianco rosato proveniente dalle cave di Candoglia che veniva imbarcato sul Toce e trasportato a Milano attraverso il Lago Maggiore ed il Naviglio Grande. Architetti, scultori, artisti e migliaia di maestranze si avvicendarono nella Fabbrica del Duomo, che si può tranquillamente dire non ha mai smesso di operare. Ancora oggi, infatti, si continua a lavorare per questa straordinaria opera che è simbolo e cuore di Milano. Nel linguaggio popolare la fabbrica del duomo indica un lavoro destinato a subire infinite modifiche e a non terminare mai.

Il Duomo è un’opera gigantesca in stile tardo gotico che si estende su di una superficie di 11.700 metri quadrati, conta 3400 statue tra l’interno e l’esterno, finestroni e spettacolari vetrate e ornati decori; inoltre è la prima cattedrale al mondo con le vetrate illuminate dall’interno. Il sistema, con 68 lampade a basso impatto ambientale, permette infatti di ammirare nelle ore notturne, dall’esterno, le immagini sacre del Duomo.

Una curiosità: tra le 3400 statue ci sono 96 doccioni che ritraggono demoni e diavoli voluti proprio da Gian Galeazzo Visconti. Si narra, infatti, che pochi giorni prima che Visconti si buttasse nella costruzione del Duomo, Satana gli avesse fatto visita in sogno dicendogli: “Voglio portarmi la tua anima all’inferno a meno che tu non costruisca una chiesa piena di immagini del signore del male!”

Quasi 500 anni dopo quella notte, il volere del Diavolo fu compiuto e la chiesa piena di immagini del signore del male era finalmente compiuta!